Mobilità sociale

Da humanipedia.

Cambiamento di stato sociale di una persona o di un gruppo all'interno della struttura sociale.

La mobilità “orizzontale” si manifesta nel passaggio delle persone da una sfera all'altra, conservando allo stesso tempo il medesimo livello sociale (per esempio, il passaggio dell'operaio da una fabbrica all'altra, il trasferimento da una città all'altra). La mobilità “verticale” è legata all'ascesa o alla discesa nello stato sociale, con l'abbandono di una categoria sociale e l'ingresso in un'altra a seguito della promozione nella qualifica, dell'acquisizione di una nuova professione o mansione, di mutamenti politici, di crisi economiche ecc.

Il processo di mobilità sociale si compie costantemente e dà dinamica a tutto lo sviluppo sociale, è conseguenza di questo sviluppo. Nell'aspetto personale, ciò può significare il successo, l'ascesa o la frustrazione e il fallimento; nell'aspetto sociale, può esprimersi nell'impoverimento o nell'innalzamento dello stato sociale.

L'emigrazione e l'immigrazione, vale a dire lo spostamento geografico della popolazione da un territorio all'altro, possono essere accompagnate dalla mobilità sociale, anche in senso verticale, ma anche se questi processi possono coincidere in parte, non sono identici.